blueprint

03 Ott Ottimizzando il CRM: l’importanza di una strategia blueprint per il Mobile CRM

Per un’azienda i sistemi di Moblie CRM oggi sono essenziali per poter essere competitivi sul mercato. Spesso le aziende non solo implementano il Mobile CRM nelle azioni di vendita ma coinvolgono anche il personale tecnico sul campo. In questo modo una società in cui la parte commerciale viene svolta principalmente presso l’ufficio, può beneficiarsi di interazioni faccia a faccia con il cliente, oramai preziose ed essenziali nel mondo online.

La cosiddetta strategia blueprint, un progetto dettagliato e  definito, è fondamentale per le PMI che vogliono avvalersi di una soluzione Mobile CRM con un costo molto contenuto e poche preoccupazioni. Un progetto strategico costituisce una tabella di marcia per tutto ciò che può accadere in qualsiasi fase del processo. Per le PMI la pianificazione di un roll out rappresenta la garanzia di poter soddisfare gli obiettivi nei tempi stabiliti, il testing viene effettuato ad ogni step del processo e il team è in grado di pianificarne l’utilizzo, condizione necessaria per il successo nell’introduzione di un nuovo strumento tecnologico. L’implementazione del nuovo sistema può essere facile se ogni passo viene eseguito a dovere da tutto il team e poco viene lasciato a l’improvvisazione.

Business Assessment

Lo sviluppo di un progetto richiede la valutazione dei processi del proprio business. Questa valutazione si traduce in un elenco di requisiti che il team  può utilizzare per definire le specifiche esigenze che il Mobile CRM deve soddisfare. Una delle attività fondamentali da svolgere è quella di porsi delle domande iniziando con “che cosa, perché, come,” per esempio: Che modello di vendita viene usato? Quali misure di sicurezza devono essere prese? Quante volte l’azienda interagisce con un cliente prima di realizzare una vendita? Come vengono elaborati i pagamenti? Quanti dipendenti richiederà la formazione sui nuovi sistemi?

Quando il team avrà raccolto il numero sufficiente di domande e risposte, si potranno identificare una serie di requisiti, aiutando l’azienda a verificare che tutto il processo sia stato analizzato. Da questo momento in poi le attività definite possono essere collegate alle rispettive fasi del processo, determinando il successo o il fallimento.

Valore della tecnologia

Quando un’impresa è consapevole delle proprie specifiche esigenze, potrà selezionare e personalizzare una soluzione Mobile CRM per soddisfare i suoi bisogni. Per esempio un’azienda che si occupa di fabbricare cucine su misura necessita di una soluzione mobile CRM che possa funzionare mentre il venditore si trova a casa del cliente. I dispositivi utilizzati che operano con  il software CRM devono essere in grado di poter scattare fotografie, prendere appunti, trasmettere le misure e altri dati ai costruttori in tempo reale.

L’azienda sa che ha bisogno di un dispositivo in grado di generare materiale fotografico, collegato tramite una connessione dati . Lo schermo del dispositivo deve essere di grandi dimensioni, quindi un tablet sarà probabilmente la scelta migliore. Inoltre sarà necessario includere nel progetto un’ulteriore formazione per il team commerciale destinato alle vendite a domicilio che successivamente rientra in ufficio per elaborare i dati,  per potersi adattare al nuovo sistema di lavoro. L’azienda può quindi progettare il tipo di formazione e di sperimentazione prima dell’implementazione effettiva del nuovo sistema.

Roll Out lento

Una volta che il progetto è stato sviluppato in tutte le sue parti, niente può sostituire le informazioni del mondo reale. Quando possibile è preferibile iniziare ad usare il nuovo sistema in maniera limitata e graduale in modo tale che si possano affinare tutte le fasi del progetto prima di coinvolgere l’intera azienda. Un’introduzione graduale è più facile da gestire e costituisce anche un risparmio in termini di tempo e spese, determinando il successo stesso dell’implementazione.

Autore: Eric Scott Johnston

Fonte: Toolbox.com